Powered by HuraTips.Com

0

Your Cart is Empty

Affrontare la siccità e il caldo

luglio 17, 2018 5 min read

Al momento in cui scriviamo (inizio luglio 2018) gran parte del Regno Unito ha avuto più di due mesi di tempo asciutto. I fiumi di piena sono disperatamente bassi e stiamo raggiungendo un punto in cui i salmonidi su alcuni fiumi e molti dei laghi di pianura meno profondi stanno diventando stressati a causa delle alte temperature dell'acqua e dei bassi livelli di ossigeno disciolto. I bassi livelli di ossigeno su molti fiumi non sono solo un risultato diretto della ridotta solubilità di questo gas vitale all'aumentare della temperatura dell'acqua, ma anche un riflesso dell'aumento del BOD (Biological Oxygen Demand, la domanda di ossigeno da parte degli organismi nell'acqua). Questo aumento del BOD è determinato dall'aumento del tasso metabolico degli organismi a sangue freddo all'aumentare della loro temperatura, oltre all'eutrofizzazione (arricchimento con nitrati e fosfati) e all'inquinamento organico, le cui fonti includono scarichi di acque reflue, fonti agricole e allevamenti ittici. Di conseguenza trote, temoli e salmoni diventano letargici e possono anche morire. Noi pescatori a mosca dobbiamo essere consapevoli di come affrontare tali condizioni.

Ancora più importante, se intendiamo pescare con cattura e rilascio, dobbiamo considerare il benessere dei pesci. Il gioco prolungato del pesce in acqua a basso contenuto di ossigeno disciolto stresserà seriamente il pesce, portando probabilmente a un accumulo serio, persino letale, di acido lattico nei muscoli (l'acido lattico è un prodotto della respirazione anaerobica, un processo che rilascia energia senza bisogno di ossigeno). L'acido lattico è altamente tossico e può essere rimosso solo se c'è un'adeguata fornitura di ossigeno per essere scomposto (questo è noto come debito di ossigeno ed è il motivo per cui i velocisti lottano per respirare dopo aver completato una gara). È quindi essenziale giocare rapidamente il pesce alla rete. Utilizzare idealmente una rete galleggiante come quella ideata da Glen Pointon in modo che il pesce con la rete possa essere lasciato in acqua mentre viene slamato. Può anche essere lasciato recuperare nella rete piuttosto che essere rilasciato immediatamente, il che può far girare il pesce a pancia in su se non è stato completamente rianimato. In alternativa, il pesce dovrebbe essere tenuto delicatamente con la bocca rivolta verso un buon flusso d'acqua. In nessun caso il pesce deve essere sottoposto a un'esposizione prolungata all'aria durante lo scatto delle foto. Se devi scattare foto, la fotocamera dovrebbe essere configurata in anticipo e idealmente il pesce dovrebbe essere fermo nell'acqua mentre viene fotografato.

Il benessere dei pesci può essere garantito anche pescando in acque in cui la temperatura dell'acqua e i livelli di ossigeno non raggiungono livelli estremamente bassi. I corsi d'acqua di gesso e le insenature di sorgenti calcaree nei loro tratti superiori sono ideali poiché la loro acqua lascia le sorgenti a 10 gradi C. Sul mio flusso di gesso locale, contro ogni logica, i pesci si nutrono attivamente durante le giornate estive più luminose e calde e in piena vista del sole -la pesca è molto più facile da fare in quanto i pesci sono facilmente visibili. Anche i torrenti e i laghi di alta montagna hanno meno probabilità di surriscaldarsi ed è improbabile che vengano arricchiti dall'inquinamento organico. Ho la fortuna di vivere vicino al North Yorkshire Moors, che ha diversi ruscelli ben boscosi e insenature calcaree primaverili che non soffrono di eccesso di cibo grazie alla copertura degli alberi. Un'altra alternativa è quella di pescare nei fiumi che ricevono acqua fredda di compensazione dal fondo dei bacini, ciò che gli americani chiamano 'Tail Waters'.

La pesca nei bassi corsi d'acqua, l'acqua limpida e il sole splendente dell'estate può essere molto impegnativa. Inoltre, le schiuse delle mosche tendono ad essere molto meno prevedibili rispetto alla primavera e all'autunno. La mattina presto e la sera tardi (anche la notte) possono essere i momenti migliori per pescare, in particolare se, come me, preferisci pescare con la mosca secca. Carici, caenis e olive alate blu hanno maggiori probabilità di essere visti sull'acqua al tramonto, all'alba e durante l'oscurità. In alternativa, pesca dove c'è un fitto baldacchino di alberi che ripara l'acqua dal bagliore del sole e dal caldo. Sui miei fiumi di marea boscosi locali i pesci sono spesso attivi tutto il giorno, nutrendosi di piccoli alimenti come moscerini, afidi e insetti del tuono / tripidi, quindi è generalmente necessario un Humpy o un volano IOBO di dimensioni 24 CdC per raggiungere il successo. Dovrei aggiungere che una giornata soleggiata e calda con un forte vento è perfetta per la pesca in torrenti molto boscosi poiché il sole e il caldo rendono gli insetti terrestri più attivi e il vento ne soffierà molti sull'acqua; formiche di legno, coleotteri, bruchi e afidi sono tutti probabilmente presenti nel menu e un Black Foam Beetle di taglia 16 può essere un assoluto "killer".

Per pescare efficacemente minuscole mosche a pesci spettrali in acque basse, limpide e a flusso lento è necessaria un'estrema furtività sia nell'approccio del pescatore che nella sua presentazione della mosca, oltre, naturalmente, nella maggior parte dei casi a una deriva senza trascinamento e super precisa fusione. La mia scelta del placcaggio per far fronte a questo scenario dipende da quanto è grande e aperto il fiume. Su piccoli ruscelli invasi opterò per una canna da 6' a 8' 1 o 2 pesi abbinata a una linea micro ninfa o una linea di presentazione delicata di peso 1 come la linea micro sottile Sunray Jeremy Lucas. Mi piacciono anche leader e tippet il più lunghi possibile, generalmente da 10' a 15' con tippet nella gamma da 0,09 mm a 0,12 mm. Sui fiumi più grandi e più aperti la mia scelta è una canna da 10' 2 come la Sunray JL Volition, ancora una volta abbinata a una micro linea di ninfa o Jeremy Lucas 1 peso e leader da 10' a 15', o per il massimo della delicatezza presentazione una canna Sunray Zero da 10' 6”/ 11' 6” abbinata a una lenza micro ninfa oa una lenza ingrassata in fluorocarbon da 1x/10lb/0.25mm di diametro più 4' di tippet.

Se devi pescare in acque libere su un fiume in piena durante il sole e il caldo del giorno, è logico concentrare la maggior parte della tua attenzione sui riffles veloci e sulle teste delle piscine dove il flusso turbolento aiuta ad ossigenare l'acqua. In tali situazioni una ninfa o un Elk Hair Caddis o Klinkhammer di dimensioni decenti ti daranno generalmente le migliori possibilità di successo.

Quindi non lasciare che le sfide del caldo estivo e della siccità ti scoraggino dalla pesca, ma considera il benessere del pesce e adatta le tue tattiche. Ci sono ovviamente diverse alternative alla pesca dei salmonidi, le carpe si nutrono attivamente di superficie nelle giornate calde e soleggiate e una giornata in spiaggia a pescare spigole, triglie o altri pesci di mare potrebbe essere una buona scelta.

Usa una rete galleggiante e mantieni il pesce nell'acqua con non più di un secondo o due per una foto veloce

Assicurati che il pesce sia completamente recuperato prima di essere rilasciato

Il temolo Chalk Stream catturato il 2 luglio 2018 nel primo pomeriggio di una giornata torrida e tornato sano e salvo

I laghi di alta montagna rimangono freschi anche nel caldo di un'estate torrida

Euro Nymphing. Tackle, methods and flies.

Euro Nymphing. Tackle, methods and flies.

ottobre 25, 2023 5 min read

     My favourite methods of fly fishing are dry-fly or sight-fished nymphs/bugs, but particularly during the winter, when fishing on spate rivers, the grayling are usually loath to rise to a dry fly and the water is too coloured, or the light too poor, to see the fish for sight-fishing. It is then that I resort to a range of nymphing techniques. Of which Euronymphing is my most used technique
Read More
Movement in your fly when fishing dry fly. Give it a twitch!

Movement in your fly when fishing dry fly. Give it a twitch!

giugno 22, 2023 3 min read

Frank Sawyer and Oliver Kite showed nymph-fishers the value of the induced take when nymph-fishing and stillwater fly-fishers are aware of the importance of applying movement to lures. However, many of the dry fly anglers that I see appear to rarely apply movement to their surface offerings, believing that ‘dead drift’ is the most effective way of presenting surface flies. 
Read More
Carbon, Cane & Fibreglass Fly Rods. Let's talk about it.

Carbon, Cane & Fibreglass Fly Rods. Let's talk about it.

febbraio 15, 2023 5 min read

In the early 1960s when I first started fishing split cane was still the most popular rod-making material and fiber glass was just starting to become popular. However my first ever coarse fishing rod was made of ash butt & middle sections with a greenheart wood tip. My first fly rod, bought in the early 1960s, was a second hand 9’ cane rod built by E. Kerry of Lockton, a small village near Pickering.
Read More
My favourite flies for Grayling fishing in Winter

My favourite flies for Grayling fishing in Winter

dicembre 08, 2022 6 min read

 Presentation is another critical factor in achieving success & grayling are just as unpredictable with respect to this. Sometimes they want a fly ‘on the drop’ & often they will travel quite a distance to take a fly as it slowly sinks. So there are times that it doesn’t pay to fish a fast-sinking, heavily weighted fly.
Read More