Powered by HuraTips.Com

0

Your Cart is Empty

Giocare a pesce con attrezzi leggeri - Il mito e la soluzione

febbraio 18, 2020 6 min read

di Dave Southall

 Sono stato a lungo un sostenitore delle linee leggere (da 1 a 3 di peso) abbinate a canne leggere e ad azione morbida, spesso abbinate a piccole mosche e tippet leggero. Alcune persone credono che tale attrezzatura non sia adatta alla cattura di grossi pesci, o perché non è abbastanza forte da sottomettere tali pesci o perché comporta battaglie eccessivamente lunghe che sovraccaricano il pesce portando ad accumuli tossici di acido lattico e conseguente mortalità dei pesci. Anche se sono d'accordo sul fatto che ci sia un limite a quanto leggero si possa andare sensibilmente in alcune situazioni, in particolare con grossi pesci in luoghi accidentati o flussi molto veloci, le mie esperienze nella maggior parte dei casi non supportano le loro opinioni.

Ho fatto atterrare facilmente trote iridee fino a poco meno di 14 libbre dalla mia piccola acqua ferma locale con una canna da 10 '4 e un tippet 5x poiché l'acqua non ha ostacoli ed è ben ossigenata essendo alimentata dalle acque fresche e ricche di ossigeno del locale flusso di gesso. Dallo stesso piccolo lago sono atterrato arcobaleni a 5 libbre 14 once su una canna da 10' 6 pollici, molto morbida, Sunray Zero, abbinata a un tippet 7x e un Buzzer di taglia 30. Sul mio flusso di gesso locale, Driffield Beck, ho fatto atterrare trote a oltre 5 libbre e cavedani a 4 libbre e 9 once su una configurazione di peso 1 e tippet 5x senza problemi significativi. Le canne lunghe e morbide assorbono qualsiasi urto improvviso mentre si gioca un grosso pesce, in particolare se si lancia o si dimena a distanza ravvicinata.

Di conseguenza ci sono molte meno rotture e meno ami e tippet rimasti nel pesce. Anche se gli ami senza ardiglione lasciati in un pesce dovrebbero, in teoria, essere presto rimossi, non è sempre così: alcuni anni fa un amico si è spezzato una trota mentre usava la mia canna e più di una settimana dopo ho catturato lo stesso pesce con la mia amo senza ardiglione e un pezzo di tippet ancora saldamente attaccato. Molti dei grossi pesci che catturo si nutrono di piccoli alimenti, moscerini, afidi e in particolare Agapetus Sedge Pupae e questo richiede tippet leggeri, tipicamente 6 e 7x e una canna lunga e morbida di non più di 3 pesi è essenziale per evitare rotture .

Linee leggere per la pesca a mosca sunray

  1. Un arcobaleno a doppia figura catturato su una canna da 10 '4/5, tippet 5x e un Bloodworm. È stato restituito con successo all'acqua vivo dopo una foto molto veloce.

Quindi, che dire dell'argomento secondo cui l'attrezzatura leggera porta a un gioco eccessivo di pesci grossi e alla loro successiva morte a causa dell'accumulo di acido lattico? Questa era la mia paura e uso ancora un tippet forte quanto sento di poter farla franca. Ho scoperto che nella maggior parte delle situazioni le canne morbide non portano necessariamente a combattimenti prolungati con pesci grossi che si traducono in pesci molto stressati. L'acido lattico si accumula solo durante la respirazione anaerobica che si verifica solo durante un intenso esercizio fisico quando l'apporto di ossigeno è inadeguato per facilitare la respirazione aerobica.

Questo accumulo si verificherà quindi solo se il pesce sta combattendo molto duramente e in particolare se l'acqua è calda e quindi incapace di dissolvere molto ossigeno o se c'è un alto livello di rifiuti organici nell'acqua che si traduce in un alto BOD (Biological Oxygen Domanda derivante dalla respirazione aerobica di microrganismi che si nutrono dei rifiuti organici) con conseguente acqua non completamente satura di ossigeno disciolto. I pesci non sembrano combattere così duramente con le canne morbide, probabilmente perché non sentono limiti improvvisi e netti alla loro libertà di movimento. In effetti a volte ho allentato la pressione su un grosso pesce diretto verso gli ostacoli solo per scoprire che si è calmato e ha iniziato a comportarsi come se non fosse stato allamato. L'ho scoperto quando per caso ho agganciato un arcobaleno sovradimensionato su attrezzatura Tenkara leggera e fissa in Austria. Dovrei aggiungere che non sostengo l'uso di attrezzi Tenkara a lenza fissa quando si pescano pesci grossi poiché c'è troppo rischio di rotture e di lasciare ami nel pesce. Tuttavia, una canna Sunray Zero da 10' 6 a 11' 6" con un mulinello e un filo in Fluorocarbon Tenkara superleggero è una buona alternativa alla Tenkara dove i pesci di grandi dimensioni vivono nel maelstrom che è un tipico ruscello alpino come il Villgratenbach in Austria dove la pesca in stile Tenkara è l'unico metodo veramente praticabile per presentare una mosca in modo efficace.

Il combattimento con le canne morbide potrebbe richiedere un po' più di tempo, anche se non ho riscontrato molta differenza rispetto a tutti gli attrezzi tranne mega-pesanti abbastanza forti da trascinare un pesce nella rete, ma il pesce sarà effettivamente meno stressato poiché il combattimento più dolce avrà prodotto molto meno acido lattico.

Linee leggere per la pesca a mosca sunray

  1. Trota Driffield Beck da 5 libbre e 0 once catturata con una canna da 8 piedi Orvis 1 e misura 20 Elk Hair Caddis. Fotografie. Ha dimostrato che il suo pesce è stato catturato almeno 5 volte nei successivi 3 anni.

La mancanza di ossigeno è il vero problema per i pesci durante e dopo il combattimento. La mancanza di ossigeno disciolto può essere un problema significativo nei laghi di pianura nelle estati calde quando la stratificazione termica si traduce in uno strato di acqua calda e meno densa (l'epilimnio), che galleggia sulla superficie e separato da uno strato inferiore di acqua più fredda e più densa ( l'ipolimnio) da una ristretta zona di forte calo di temperatura (il termoclino). Nei laghi ricchi (eutrofici) e poco profondi, l'acqua dell'ipolimnio può diventare completamente priva di ossigeno verso la fine dell'estate poiché non vi è praticamente alcuna mescolanza di strati d'acqua superficiali e inferiori. Nei fiumi è probabile che i bassi livelli di ossigeno diventino un problema solo durante condizioni di siccità molto calde nelle sezioni eutrofiche del fiume al di sotto delle sorgenti o in acque con scarsa copertura arborea. I corsi d'acqua alimentati da sorgenti come i flussi di gesso che sono alimentati con acqua a una temperatura costante di 10 gradi C praticamente non soffrono mai di bassi livelli di ossigeno causati da alte temperature dell'acqua, l'unica eccezione è se le sorgenti si prosciugano.

Il più grande pericolo per i grossi pesci che hanno combattuto duramente è la rimozione dall'acqua. Se viene rispettata la seguente procedura, non dovrebbero esserci problemi di sopravvivenza dopo la cattura e il rilascio:

  1. Usa sempre una rete in modo che il pesce possa essere trattenuto il prima possibile durante il combattimento.
  2. Lascia il pesce nella rete, nell'acqua, fino a quando il pesce ha avuto un po' di tempo per riprendersi.
  3. Idealmente slamare il pesce mentre è nella rete, nell'acqua (io uso una rete galleggiante quando guado).
  4. Se il pesce deve essere slamato sulla riva, rimuovere l'amo il più rapidamente possibile.
  5. Se le foto devono essere scattate, tieni la fotocamera pronta e pronta a scattare mentre il pesce si sta riprendendo nella rete, nell'acqua.
  6. Se possibile, scatta delle foto con i pesci nell'acqua.
  7. Se le foto non possono essere scattate con il pesce nell'acqua, fai uno scatto molto veloce. In caso di dubbio NON SCATTARE FOTO.
  8. Non rilasciare un pesce dalla rete o da una presa delicata ma sicura mentre si tiene il pesce rivolto verso la corrente per aiutarlo a riprendersi, fino a quando non si è assolutamente sicuri che si sia completamente ripreso e che non andrà a pancia in su subito dopo pubblicazione.

Linee leggere per la pesca a mosca sunray

  1. Idealmente scatta una foto mentre il pesce è nell'acqua o viene rimosso solo per un breve periodo con delicatezza.

Linee leggere per la pesca a mosca sunray

  1. Foto scattata durante il recupero del pesce da una rete galleggiante

Mentre la maggior parte della mia pesca alla trota e al temolo viene effettuata con allestimenti super leggeri in una sezione molto ricoperta di vegetazione del mio ruscello locale con una massa di salici che crescono nel fiume, pesco un grande Elk Hair Caddis al tramonto con un peso di 9'6 canna e tippet 3x quando si prendono di mira le grandi trote selvatiche che vivono lì. L'attrezzatura superleggera è molto più piacevole da usare, spaventa meno i pesci e facilita l'uso di mosche molto piccole quando richiesto, ma a volte l'attrezzatura pesante ha ancora i suoi usi.

Euro Nymphing. Tackle, methods and flies.

Euro Nymphing. Tackle, methods and flies.

ottobre 25, 2023 5 min read

     My favourite methods of fly fishing are dry-fly or sight-fished nymphs/bugs, but particularly during the winter, when fishing on spate rivers, the grayling are usually loath to rise to a dry fly and the water is too coloured, or the light too poor, to see the fish for sight-fishing. It is then that I resort to a range of nymphing techniques. Of which Euronymphing is my most used technique
Read More
Movement in your fly when fishing dry fly. Give it a twitch!

Movement in your fly when fishing dry fly. Give it a twitch!

giugno 22, 2023 3 min read

Frank Sawyer and Oliver Kite showed nymph-fishers the value of the induced take when nymph-fishing and stillwater fly-fishers are aware of the importance of applying movement to lures. However, many of the dry fly anglers that I see appear to rarely apply movement to their surface offerings, believing that ‘dead drift’ is the most effective way of presenting surface flies. 
Read More
Carbon, Cane & Fibreglass Fly Rods. Let's talk about it.

Carbon, Cane & Fibreglass Fly Rods. Let's talk about it.

febbraio 15, 2023 5 min read

In the early 1960s when I first started fishing split cane was still the most popular rod-making material and fiber glass was just starting to become popular. However my first ever coarse fishing rod was made of ash butt & middle sections with a greenheart wood tip. My first fly rod, bought in the early 1960s, was a second hand 9’ cane rod built by E. Kerry of Lockton, a small village near Pickering.
Read More
My favourite flies for Grayling fishing in Winter

My favourite flies for Grayling fishing in Winter

dicembre 08, 2022 6 min read

 Presentation is another critical factor in achieving success & grayling are just as unpredictable with respect to this. Sometimes they want a fly ‘on the drop’ & often they will travel quite a distance to take a fly as it slowly sinks. So there are times that it doesn’t pay to fish a fast-sinking, heavily weighted fly.
Read More