Powered by HuraTips.Com

0

Your Cart is Empty

La mia pesca a mosca e le persone

settembre 05, 2018 10 min read

Pesca a mosca per me.

I moderni pescatori di pesca a mosca sono molto fortunati poiché possiamo cavalcare sul dorso di così tanti migliori pescatori che hanno definito la pesca a mosca prima di noi. Nel corso degli anni ho accumulato una grande quantità di conoscenze sulla pesca a mosca in gran parte grazie ad articoli, libri, video, oltre al contatto diretto con altri pescatori a mosca.

    Alla fine degli anni '60 e all'inizio degli anni '70 i miei primi soggiorni nella pesca a mosca furono fortemente influenzati dagli scritti di Richard Walker, GEM Skues, Frank Sawyer, Oliver Kite, Eric Horsfall Turner, Tom Ivens e Geoffrey Bucknall. In quei primi anni pescavo con la mosca con il mio amico Pete Lancaster, con il quale avevo pescato grosso per diversi anni prima. Pete era un tradizionalista, prediligeva una canna da canna divisa da 8'4 e modelli di ragno, Teal Blue & Silver, Bloody Butcher & Mallard & Claret, mentre io avevo costruito diverse canne da pesca a mosca da Hardy's Fibatube (fibra di vetro) grezzi (un 7' 4 /5, 6' 3/4 e 8' 4) anche se ho posato anche una canna da canna da 10' 5 acquistata di seconda mano diversi anni prima e usata per il worming a monte prima di dedicarmi alla pesca a mosca. La mia scelta di mosche includeva Sawyer's Pheasant Tail Nymph, Oliver Kite's Pheasant Tail Spinner & Imperial, Dick Walker's Pink Shrimp (varianti in magenta/pink & orange) e una gamma di Spider (Snipe & Purple, Partridge & Orange & March Brown, ecc. )

La pesca a mosca negli anni '70

    Nel 1970, dopo aver conseguito le qualifiche alla York University, mi trasferii a lavorare ad Harpenden, nell'Hertfordshire, presso il Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione. La mia pesca a mosca era principalmente limitata a un piccolo letto di crescione nella Lee Valley che io e amici abbiamo ripulito e trasformato in un piccolo lago pieno di arcobaleni e marroni. Lì ho pescato principalmente con piccoli Buzzer sospesi sotto una mosca secca. Sono state effettuate visite occasionali ai Midland Reservoirs, in particolare a Pitsford e anche a Haningfield nell'Essex, utilizzando una canna costruita con un fusto grossolano da 9 ', testa da tiro da 8 pesi fatta in casa, oltre a supporto / filo di tiro appiattito in nylon / tenia ed esche come Dick Walker's Jersey mandria di Sweeny Todd e Tom Ivens.

    Nel 1974 sono tornato nello Yorkshire per iniziare a insegnare a Bridlington e con Pete Lancaster (che viveva vicino a York) mi sono appassionato all'arrampicata su roccia, sospendendo la mia pesca per oltre 20 anni, sussunto da arrampicata su roccia, arrampicata su ghiaccio, alpinismo, cross sci di fondo e mountain bike dai primi anni '80. Fortunatamente o sfortunatamente nel 1998, mentre cercavo di cadere elegantemente da una mountain bike ad alta velocità (e fallendo!), mi sono strappato i legamenti lungo un lato della schiena. Un fine settimana, quando il mio compagno di mountain bike, Steve Donohue, mi ha chiesto se stavo andando in bicicletta, ho detto che la mia schiena era malissimo, quindi stavo tirando fuori le mie vecchie canne dal loft e andando a pescare il cavedano. "Oh, pescavi, vero?" fu la risposta di Steve. Nonostante abbia pedalato con Steve per 5 anni, non ho mai saputo che fosse un pescatore a mosca e così è iniziato il mio recente viaggio. Nell'inverno del 1998 Steve mi invitò a unirmi a lui in un piccolo sindacato locale vicino a Scarborough, dove nonostante il mio lancio arrugginito e una canna da 7' 4/5 con filo vecchio di 30 anni riuscii a far atterrare un paio di arcobaleni. Inoltre Steve mi ha detto che c'era una lista d'attesa molto breve per lo Yorkshire Derwent Anglers' Club e che quelli in lista d'attesa potevano pescare nelle 3 miglia più alte del fiume.

La pesca a mosca negli anni '90

    Nel 1999 ho fatto domanda per l'adesione al DAC e mi sono divertito molto nell'Upper Water, catturando quasi 400 pesci. Mi sono abbonato alla rivista Fly Fishing & Fly Tying e ho assorbito tutto quello che potevo dagli scritti di Oliver Edwards, Stuart Crofts e David Calvert, Charles Jardine e Malcolm Greenhalgh. I miei vecchi modelli di mosca sono stati sostituiti dalle versioni Paraloop di Pheasant Tail Spinner di Oliver Kite e del suo Imperial e le ninfe da code di fagiano con testa di perline d'oro e orecchie di lepre. Le mie vecchie canne sono state presto sostituite da una gemma da 8 piedi Hardy 4 in fibra di carbonio e una canna da viaggio in sei pezzi da 5 pesi pronta per l'anno 2000, quando ho fatto un tour in mountain bike di 1900 miglia nello Yukon e in Alaska partendo da White Horse sul fiume Yukon e viaggiando in un circuito attraverso Dawson City, Fairbanks, Denali Park e Haines Junction. Mi sono assicurato che la maggior parte dei miei campeggi notturni fosse vicino a un fiume o a un lago e grazie soprattutto a ciò che avevo raccolto dalle mie letture sulla rivista FF & FT ho catturato un buon numero di temoli artici, salmerini dolly varden, trote iridee e trote di lago (tutti piccoli tranne un paio di temoli di 40 cm del lago Kluane).

     Nel 2002 Steve Donohue ed io abbiamo visitato l'Irlanda del Sud, soggiornando con Andrew Ryan al Conolav Centre e pescando il fiume Suir, Tar e Nire, fiumi incantevoli con stupende botole. Andrew ci ha fatto conoscere i vantaggi dei terminali lunghi, terminali affusolati da 12' con 3 o 4' di tippet in più per ridurre i problemi di trascinamento e mantenere la lenza pesante ben lontana dai pesci, riducendo così la possibilità di spaventarli. Steve ha anche avuto una lezione di casting da Andrew e guardando ho imparato a fare il lancio del lancio del salto, il lancio del lancio e una forma di lancio del lancio sotto il braccio per ottenere una mosca bassa sotto gli alberi a strapiombo. Abbiamo catturato un sacco di trote e stavo iniziando a sentire che stavo diventando ragionevolmente abile.

    La persona successiva ad avere un impatto significativo sulla mia pesca a mosca fu Mike Kendall, all'epoca 14 anni, 2003. Era uno dei miei studenti alla Driffield Secondary School e mostrò grande interesse quando tenni una lezione sulla rete alimentare del nostro il locale Driffield Beck e lui mi hanno detto che aveva appena iniziato a pescare a mosca. Di conseguenza l'ho invitato (con il permesso dei suoi genitori) a unirsi a me sullo Yorkshire Derwent & Pickering Beck. Era naturale, assorbiva tutto ciò che avevo da insegnargli. Nel 2004 è riuscito a vincere il Today's Flyfisher Magazine Stop Watch Challenge in cui ha dovuto costruire tutte le mosche di cui aveva bisogno per la giornata, quindi catturare 4 temoli da un fiume Nidd molto alto e colorato, il premio era un kit di costruzione mosche Veniards e una canna Hardy Angel top di gamma: non so chi ne sia stato più felice, Mike o io! A volte ho imparato tanto da lui quanto lui da me. In particolare mi ha insegnato a non essere vincolato da idee preconcette e dottrine di lunga data. La sua mente era libera da molti dei "racconti di vecchie comari" che spesso vediamo ripetuti nella stampa di pescatori. Mike ed io siamo ancora in contatto regolare 15 anni dopo, anche se ora vive in Australia e quando visita il Regno Unito ha sempre un giorno o due di pesca con me.

    Nel 2007 i miei primi articoli sulla pesca a mosca sono stati pubblicati su Fly Fishing & Fly Tying Magazine e Grayling Society Magazine e sono molto in debito con Mark Bowler e Rod Calbrade che mi hanno dato l'opportunità di pubblicare i miei pensieri sull'argomento dopo l'editore di un altro nota rivista non aveva nemmeno accusato la ricezione di un paio di articoli che gli avevo sottoposto. La scrittura mi ha aiutato a razionalizzare il mio approccio alla pesca a mosca e, si spera, condividendo le mie esperienze ho contribuito a rimettere qualcosa nello sport aiutando gli altri, che come me sono in questo continuo viaggio di esplorazione e apprendimento.

    Una grande svolta si è verificata nell'inverno del 2010, Robin Goldthorpe, un membro del mio locale Beverley Fly Dressers' Club mi ha chiesto cosa sapevo di Tenkara. Avendo letto solo un articolo storico su di esso nel febbraio precedente sulla rivista FF&FT, ho dovuto confessare che non sapevo praticamente nient'altro se non che si trattava di un antico metodo di linea fissa utilizzato in Giappone e simile a quello utilizzato da Izaak Walton nel 1600. Tuttavia mi ha spinto a cercare l'argomento su Internet e grazie agli eccellenti video di Daniel Galhardo sul sito Web di Tenkara USA ho realizzato l'incredibile potenziale di Tenkara per ottenere derive senza trascinamento in acque con flussi complessi e in particolare sui torrenti di alta montagna di Austria che io e Steve Donohue abbiamo visitato per diversi anni. Avevamo fatto ricorso a "high sticking" con canne da 10'4 e lunghi leader per aiutarci a tenere la lenza lontana dalla superficie mentre pescavamo grosse mosche secche. Era ovvio per me che canne Tenkara lunghe e leggere abbinate a lenze di livello molto leggero (all'inizio usavo lenze da mare in copolimero da 15 libbre / 0,35 mm) sarebbero state di gran lunga superiori alla nostra configurazione convenzionale e così si è dimostrato, aumentando la nostra cattura valuta 4 o 5 volte sull'acqua in tasca difficile. Le mie prime prove con Tenkara nel dicembre 2010 sono state una rivelazione: ho catturato più temoli di quanto mi sarei aspettato pescando anche bigattini con attrezzatura da trotto e ho pescato senza problemi a temperature sotto lo zero fino a -13 gradi C. Non c'erano anelli di canna per congelare; Potrei pescare con una mano in una tasca calda e potrei pescare con guanti spessi (basta toglierli per slamare un pesce). La presentazione delle ninfe, lo stile delle ninfe ceche è stata eccezionale. Sono stato convinto della tecnica. Non solo Tenkara è eccellente per ottenere derive senza trascinamento, ma è eccezionale per l'applicazione di movimenti sottili sia alle mosche secche che a quelle bagnate per indurre i pesci a "prendere". Nel 2011 ho presentato Stuart Crofts a Tenkara e si è convertito all'istante.

    Nel 2012, piuttosto tardivamente, ho deciso di provare il French Nymphing con un carp shock leader che Stuart Wardle mi aveva regalato diversi anni prima e ho anche sperimentato la tecnica Leader to Hand di Jeremy Lucas per la pesca a mosca secca. Ho pescato con Stuart e ho avuto il piacere di assistere ad alcuni dei suoi discorsi e dimostrazioni di costruzione di mosche; è un ottimo pescatore ed è grazie a lui che ho conosciuto Roman Moser Miracle Float, un eccellente galleggiante per mosche secche, in particolare mosche CdC. Dirò di più su Jeremy più tardi.

    Un'altra pietra miliare significativa è stata quando Emanuele Gonetto mi ha presentato a Massimo Magliocco, Phil Bailey e l'Italian Casting Team in un lago vicino a Derby nell'estate del 2013, seguito da 5 giorni di formazione intensiva ad Ascoli, Italia centrale, nel novembre di quell'anno , grazie al gentile invito di Massimo. Lo stile italiano di lanciare mosche secche mi ha permesso di catturare pesci che non avrei mai potuto catturare prima. La sua alta velocità del filo e gli anelli stretti facilitano il lancio contro vento e in profondità sotto gli alberi sporgenti, mentre la presentazione fly-first, i fili leggeri utilizzati (in genere da 1 a 2 pesi del filo in meno rispetto alla designazione della canna) e i leader lunghi (5 m) hanno ridotto significativamente la possibilità di spaventare i pesci.

    Nel 2016 l'approccio innovativo di Glen Pointon alla pesca a mosca ha avuto un impatto su di me in due modi, in primo luogo ho acquistato una delle sue reti galleggianti, un importante passo avanti nella cura dei pesci e in secondo luogo mi ha gentilmente inviato un po' della polvere luminosa per orologiai che ho era solito legare alcuni dei suoi modelli luminosi Bubble Caddis & Spinner, semplicemente geniali per pescare nell'oscurità. Più recentemente (settembre) 2018 ho legato alcuni dei suoi Soft Touch Shrimps, che hanno un rivestimento di silicone: la loro consistenza morbida riduce il rischio che i pesci li sputino e le prime prove dimostrano che sono molto efficaci.

     Un altro cambiamento radicale è avvenuto nel 2016 quando Tom Bell di Sunray mi ha chiesto di scrivere un blog regolare per il suo sito web. Ha chiarito che non si aspettava che io approvassi i suoi prodotti, ma mi ha gentilmente inviato un paio di linee micro sottili di Jeremy Lucas da provare (un peso 1 che ho usato sulle mie canne da 2 e 3 e un peso 3 che ho utilizzato su un'asta di peso 4/5). L'ho fatto debitamente e sono rimasto molto colpito dal modo in cui hanno lanciato e dalla presentazione incredibilmente delicata. Li ho usati, come accennato nei blog precedenti, con un leader da 12 'impostato anche se Tom e Jeremy hanno consigliato di aggiungere solo 6' di tippet. Queste linee sono diventate le mie linee "go to" per la maggior parte della mia pesca a mosca.

    Poi nel 2018 Tom mi ha mandato 2 canne con cui giocare. Il primo era un Jeremy Lucas Volition 10' 2 peso. Le prestazioni sono state persino migliori della mia precedente canna lunga e leggera preferita, una Grays Streamflex da 10 piedi e 2 di peso. Ha lanciato una lenza Jeremy Lucas da 1 peso come un sogno e ha persino lanciato una lenza micro ninfa da 0,55 mm di diametro più un leader da 12 'a una distanza decente. Inoltre ha ammortizzato efficacemente un tippet di 0,09 mm di diametro anche quando si gioca a trote di oltre 3 libbre. Ho pensato che fosse probabilmente il massimo in termini di canne superleggere fino a quando non mi ha inviato un prototipo della sua canna ZERO da 10' 6" a 11' 6", che lancerà di tutto, da una linea DT di peso 2 a una linea di peso 2,5 / 10 libbre / Linea Tenkara da 0,25 mm di diametro e si adatta a pesci di oltre 3 libbre (vedi il mio blog che lo recensisce).

    Sono stato incredibilmente fortunato nel corso degli anni ad aver incontrato, e in molti casi pescato con, molti altri pescatori incredibilmente generosi e talentuosi, tra cui Stuart Minnikin, Don Stazicker, Kenny Hall, Paul Gaskell, John Pearson, Clark Coleman e molti altri ai quali Devo così tanto.

Pesca a mosca di David Southall

Stuart Crofts con Tenkara e una trota austriaca

Steve Donohue e un grosso temolo Driffield Beck

Steve Donohue e un grosso temolo Driffield Beck

Euro Nymphing. Tackle, methods and flies.

Euro Nymphing. Tackle, methods and flies.

ottobre 25, 2023 5 min read

     My favourite methods of fly fishing are dry-fly or sight-fished nymphs/bugs, but particularly during the winter, when fishing on spate rivers, the grayling are usually loath to rise to a dry fly and the water is too coloured, or the light too poor, to see the fish for sight-fishing. It is then that I resort to a range of nymphing techniques. Of which Euronymphing is my most used technique
Read More
Movement in your fly when fishing dry fly. Give it a twitch!

Movement in your fly when fishing dry fly. Give it a twitch!

giugno 22, 2023 3 min read

Frank Sawyer and Oliver Kite showed nymph-fishers the value of the induced take when nymph-fishing and stillwater fly-fishers are aware of the importance of applying movement to lures. However, many of the dry fly anglers that I see appear to rarely apply movement to their surface offerings, believing that ‘dead drift’ is the most effective way of presenting surface flies. 
Read More
Carbon, Cane & Fibreglass Fly Rods. Let's talk about it.

Carbon, Cane & Fibreglass Fly Rods. Let's talk about it.

febbraio 15, 2023 5 min read

In the early 1960s when I first started fishing split cane was still the most popular rod-making material and fiber glass was just starting to become popular. However my first ever coarse fishing rod was made of ash butt & middle sections with a greenheart wood tip. My first fly rod, bought in the early 1960s, was a second hand 9’ cane rod built by E. Kerry of Lockton, a small village near Pickering.
Read More
My favourite flies for Grayling fishing in Winter

My favourite flies for Grayling fishing in Winter

dicembre 08, 2022 6 min read

 Presentation is another critical factor in achieving success & grayling are just as unpredictable with respect to this. Sometimes they want a fly ‘on the drop’ & often they will travel quite a distance to take a fly as it slowly sinks. So there are times that it doesn’t pay to fish a fast-sinking, heavily weighted fly.
Read More